LAMPADE SUL LUCERNIERE
Biografie di Maria Bolognesi

Una vita per i poveri
di Mons. Aldo Balduin

Donna silenziosa della caità
di G.Giacomini, D.Peretto, T.Sartori

edizioni MB, 2004
ISBN 8875050066

Presentazione

Lampada sul lucerniere è il titolo che abbiamo scelto – nel decimo anniversario dell’inizio della causa di beatificazione – per ristampare due delle varie opere pubblicate sulla vita della Serva di Dio Maria Bolognesi. Nella scelta del titolo ci ha condotto il pensiero espresso da Gesù e trasmessoci da Me 4,21.

Il lettore si chiederà come mai si sia preferito scegliere Una vita per i poveri di Mons. Aldo Balduin e Donna silenziosa della carità di G. Giacomini, D. Peretto, T. Sartori. La risposta sta nel fatto che queste due opere rappresentano i primi du’e lavori significativi, aventi per obiettivo specifico quello di illustrare l’intera vita di Maria Bolognesi. C’è tuttavia una differenza notevole tra i due tipi di lavoro.

Le pagine di Mons. Balduin – ultimo confessore e direttore spirituale della Serva di Dio – sono al tempo stesso illustrazione e testimonianza: illustrazione della biografia di Maria Bolognesi mediante la raccolta attenta di memorie offerte da persone che le vissero accanto per l’intero arco della vita. Questa ricerca avvenne per iniziativa di Mons. Balduin, che riteneva la sua figlia spirituale degna di essere posta sul lucerniere, perché facesse luce ai suoi concittadini, da molti dei quali non fu capita. Testimonianza, perché egli per ben tredici anni l’aveva seguita, ne aveva potuto constatare la stupenda fisionomia spirituale, l’umiltà profondissima, l’obbedienza senza limiti, la castità eccelsa.

Alla morte della Serva di Dio scattò subito in lui il dovere morale di dissociarsi da tutti coloro che per decine d’anni ne parlarono in modo non benevolo.

Lo fece, questo atto di giustizia, pubblicando dapprima sul settimanale diocesano La Settimana uno scritto breve nella ricorrenza del trigesimo e successivamente stampando presso la tipografia del Seminario vescovile un opuscolo – ed è quello che pubblichiamo – nel quale, calibrando le parole, tracciò con mano sicura la figura spirituale della Serva di Dio. Il suo giudizio non è espresso con parole esaltanti, poetiche, ma con la freddezza del documento d’archivio. Non per nulla da una vita egli era responsabile della biblioteca del Seminario, abituato al rigore scientifico, alieno da entusiasmi fittizi. Infatti, non vi sono parole inutili, ma tutto ciò che viene raccontato, è condensato in poche righe, al punto tale che si può dire non manchi nulla di ciò che sia necessario conoscere.

L’altra opera, frutto di lavoro collettivo, iniziato da Mons. Daniele Peretto, continuato dalla prof. G. Giacomini e infine rivisto e completato dal sottoscritto, procede con un ritmo diverso. Per uno scopo divulgativo, si è cercato di sviluppare il racconto sintetico presentato da Mons. Balduin, narrando più dettagliatamente le varie fasi della vita di Maria Bolognesi. Non è pertanto un lavoro conciso come il precedente, ma piuttosto una narrazione scorrevole, senza pretese di dare interpretazioni particolari. Con un linguaggio semplice, comprensibile a tutti, si è voluto raccontare una vita straordinaria, ben sapendo che la stessa vita avrebbe meritato molto di più. Putto ciò è avvenuto dopo e, di questo, il lettore probabilmente è già a conoscenza.

Inoltre, oggi si attende che la mastodontica biografia, già scritta per la Causa di canonizzazione di Maria Bolognesi, sia presto ridotta a dimensioni minori per una proficua lettura da parte di tante persone che sulla Serva di Dio vorrebbero saperne di più.

P. Tito M. Sartori O.S.M. postulatore