Maria Bolognesi:
anzitutto il Signore!

di Giuseppina Giacomini, padre Raffaele Talmelli
edizioni MB, 2012
ISBN 9788875050221

Una Causa durata “solo” venti anni

Il 21 ottobre 1992 il Vescovo di Adria- Rovigo, mons. Martino Gomiero, accogliendo la richiesta avanzata dal Postulatore Padre Tito Maria Sartori O.S.M., ha dato inizio al Processo di canonizzazione che, in sede diocesana, si è concluso l’8 luglio 2000. Tutta la documentazione «sulla vita, le virtù e la fama di santità della Serva di Dio Maria Bolognesi» è stata consegnata il successivo 11 luglio 2000 alla Congregazione per le Cause dei Santi. Attraverso lo studio di essa, il Postulatore ha completato e consegnato al relatore e ai consultori teologi la Positio super vita et virtutibus; il conseguente giudizio positivo degli esperti, ha permesso che il Santo Padre Benedetto XVI, il 10 maggio 2012, potesse dichiarare la Venerabilità di Maria Bolognesi. Il 15 dicembre 2005 è stata consegnata a Roma la documentazione del processo istruito nella Diocesi di Padova relativo all’improvvisa e duratura guarigione del piccolo Marco Ferrari, avvenuta nel febbraio del 1994, per intercessione di Maria Bolognesi.

L’8 settembre 2012 il nuovo Postulatore, padre Raffaele Talmelli, ha presentato alla Congregazione delle Cause dei Santi la Positio super miro (tutta la documentazione relativa al presunto miracolo); l’esame della Positio si è concluso col voto positivo di tutti gli esperti. Il 2 maggio 2013 il Santo Padre Francesco ha autorizzato la Congregazione a promulgare il Decreto di Beatificazione della Serva di Dio Maria Bolognesi, fissandola al 7 settembre 2013.

Il Centro Maria Bolognesi di Rovigo, fondato ad Oderzo l’8 settembre del 1983, è la parte attrice del processo di Canonizzazione che in questo trentennio si è impegnato a divulgare la figura della Beata e a seguire il suo esempio di amore e di carità per gli ultimi.