Sfogliando una rosa
I Quaderni di Poesia

di Giuseppina Giacomini
edizioni MB, 2011
ISBN 9788875050184

Presentazione

Bisogna capire il Dolore, vivere il Dolore per riuscire a cogliere il Canto d’Amore che il Divino intona e con le cui note si allarga il nostro Cuore: dalle ceneri sorge la Vita, dal Dolore fiorisce l’Amore ed è solo nel Silenzio che si possono sentire parole di Verità che fanno sorridere il nostro sguardo, rendendolo lucente come quello di un bimbo.

Queste parole mi accarezzano con dolcezza mentre mi appresto a sfogliare la preziosa silloge poetica che Giuseppina Giacomini, con l’umiltà propria dei “grandi” e delle anime sante, mi ha dato la gioia di leggere. Un anno d’Amore, domande che nascono nel cuore ispirate da versi di pregnanza particolare che, aprendosi a uno a uno come petali di fiore, lavano l’anima dalle tristezze che la offuscano.

Nello scorrere del sentiero poetico, già si profila ai nostri occhi la Luce che da una splendida Rosa scaturisce, e par di sentire il profumo delicato dei suoi petali, di carezzarne la seta con la quale Iddio l’ha rivestita… Maria, piccola Rosa dai petali rossi d’Amore, sei sbocciata nel terreno incolto, a tratti arido della Vita, e ti sei aperta al mattino per donare agli occhi il colore della fiamma più pura unito al candore dellAnima.

Il Vento ha accolto, grato, i petali dei quali Tu Ti sei spogliata e li ha fatti danzare nell’aria per poi giungere al cuore di coloro che dall’Amore attendono sollievo.

Certamente ricordate la magica fiaba di Rosa Maria, che la nostra autrice ci ha regalato in occasione del 30° anniversario della nascita al Cielo della Serva di Dio Maria Bolognesi: “E i petali di Rosa Maria si sparsero nel mondo”.

Ovunque vi sia un’Anima che soffre, giunge uno dei petali di questa straordinaria Rosa che Maria ha fatto rifiorire; essi si posano sul cuore di chi anela allAmore, con la dolce possenza della Poesia.

Pagina dopo pagina, petalo dopo petalo, la Rosa si ricompone e il suo profumo intenso e al contempo delicato farà fiorire in noi una tenerezza nuova, le mani potranno sfogliarla ancora una volta, inebriandosi di questo Amore così totale e così puro, scaturito dall’armonica bellezza di versi che riportano la Luce, illuminando l’Anima con i più dolci sentimenti.

“Ascolta / il canto dolce e sommesso / del mio oceano d’amore, / immergiti / nella sublime dolcezza / di una notte infinita senza stelle / dove Io / sono tutto stelle.”
(da “Ascolta il canto”).

Mi lascio così catturare dalla magia poetica di questa silloge, i cui versi penetrano nel profondo, sconvolgenti per la loro purezza e per la forza che generano, tanto che ho pensato fosse stata, la mano di Giuseppina, guidata nell’ispirazione poetica dal soffio d’Amore di Maria.

Ed è bellissimo immaginare Giuseppina-Maria in questi versi così lievi:

“… io sto nuotando / in un oceano di luce / che ovunque diffonde / il mio dolce / delicato / struggente lamento: / amo Te, solo Te…”
(da “In un oceano di luce”).

Poesia d Amore, dunque, nella sua più alta accezione, versi che richiamano alla Passione rivelatrice, facendo vibrare Anima e Corpo nel tutt’uno del dono più totale.

“… si spegne, come petalo / strappato / l’ultima Tua parola. / Il silenzio / è pieno di splendore… / Ora l’Amore / in me, cresce potente / e più non hanno freno / le carezze, e i baci…”
(da “Notte d’Amore”).

È arrivato il momento, anche per me, di ricomporre questi petali profumati di cielo, lasciando ad altri la gioia di sfogliare, ancora una volta, questa magica Rosa di Poesia.

Ines Scarparolo
poetessa